Agevolazioni

Per chi ancora non lo sapesse, lo Stato italiano mette a disposizione degli incentivi fiscali per chi decidesse di ristrutturare la propria abitazione e renderla a risparmio energetico. I nostri prodotti sono tutti certificati e permettono quindi di usufruire delle detrazioni in vigore.
Nel dettaglio vi spiegheremo in breve quali agevolazioni fiscali oggi sono in vigore nel nostro Paese e per quali interventi si possono richiedere.

501.DETRAZIONE 50% PER INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE e MANUTENZIONE

Dal 1° gennaio 2012, la detrazione fiscale del 36% sulle ristrutturazioni edilizie non ha più scadenza.

Il Decreto Legge 22 giugno 2012 , n. 83 ha innalzato tale detrazione, portandola al 50% sino al 31 Dicembre 2014 e tornerà al 36% dal 1 Gennaio 2015.

Tutte le spese sostenute tra il 26/06/12 e il 31/12/14, infatti, SONO DETRAIBILI PER IL 50% e fino ad un tetto di spesa di 96mila Euro.
La detrazione maggiorata vale da subito anche se i lavori sono iniziati prima dell’approvazione del decreto. Per il calcolo dell’agevolazione non è importante quando è partito il cantiere per la ristrutturazione, ma la data in cui è verrà affrontata la spesa.

Cosa rientra nella detrazione IRPEF del 50%
La detrazione irpef 50% riguarda le spese sostenute per interventi di manutenzione straordinaria, per le opere di restauro e risanamento conservativo e per i lavori di ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale.
L’elenco di alcune delle opere di ristrutturazione, che la nostra azienda può offrire al cliente, che rientrano nella detrazione del 50% è il seguente:

• Montaggio di vetri anti-infortunio
• Installazione di corrimano
• Rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate o recinzioni murarie degli edifici
• Apposizione di grate sulle finestre o loro sostituzione se esistenti
• Porte blindate o rinforzate
• Apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini
• Installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti
• Apposizione di saracinesche
• Tapparelle metalliche con bloccaggi
• Vetri antisfondamento
• Casseforti a muro
• Apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline
• Ristrutturazione edilizia
• Tende per esterni
• Realizzazione di autorimesse
• Realizzazione di acensori e montacarichi
• Bonifica amianto
• Frangisole esterni
• Sostituzione di una porta a battente con una nuova porta scorrevole a scomparsa
• Installazione o la sostituzione dell’inferriata fissa con o senza esecuzione di opere esterne
• Telai, controtelai
• Verande
• Corrimani
• Porte per interni solo nel caso dei condomini e nel caso in cui vengono installate a seguito di un allargamento di porte

Come ottenere il rimborso o la detrazione?

E’ sufficiente:

• il pagamento dei prodotti e delle prestazioni di posa tramite bonifico, completo di causale del versamento (“Pagamento a saldo/acconto fattura n.___ del____ ai sensi della legge 449/97 art.1 – sconto IRPEF per interventi sul patrimonio edilizio”)
• codice fiscale del soggetto che paga e codice fiscale o partita Iva del beneficiario.
• conservare la comunicazione inviata al Comune, le fatture, le contabili dei bonifici effettuati.
• Indicare in dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile

In quanti anni avviene il rimborso?
Il rimborso della detrazione avviene in sede di dichiarazione dei redditi in 10 quote di pari importo per un periodo di 10 anni.

120652.DETRAZIONE 65% PER SOSTITUZIONE SERRAMENTI – SCURI – PERSIANE – TAPPARELLE – OSCURANTI – CASSONETTI

La sostituzione degli infissi riqualifica energeticamente la tua casa, permettendoti di accedere alla detraibilità fiscale del 65%. In questa maniera il cliente può cambiare gli infissi nella propria abitazione avendo un notevole risparmio energetico in inverno, maggiore protezione dal calore in estate, un infisso esteticamente nuovo e più robusto, una maggiore trasmittanza dell’energia solare dall’esterno all’interno garantendo un’ottima trasmissione luminosa con la possibilità di pagarli solo il 45% del loro valore senza dimenticare che con il tempo la spesa sostenuta, grazie al risparmio energetico, si ammortizza in breve tempo.

I REQUISITI PER ACCEDERE ALLA DETRAZIONE sono i seguenti:
- Sostituzione serramenti già esistenti
- Locali riscaldati
- Trasmittanza termica Uw inferiore 1,8 (in base alle aree, da tenere presente che noi siamo in area E)

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA A CARICO NOSTRO
- Certificazione trasmittanza termica serramenti
- Attestato trasmittanza termica vecchi serramenti (se in alluminio 6,0 W/m2K se in Legno 5,0 W/m2K)

DA CONSERVARE PER IL CLIENTE
- Fattura con menzione separata della voce “manodopera”
- Ricevuta bonifico con causale con rif. legge finanziaria, numero fattura, dati richiedente e beneficiario
- Ricevuta invio documentazione all’ENEA (codice CPID)
- Asseverazione del tecnico
- Certificato nuovi serramenti

DOCUMENTAZIONE DA TRASMETTERE
La documentazione va trasmessa tramite sito ENEA entro i 90 gg successivi al collaudo finale del lavori

iva3.AGEVOLAZIONE IVA 10% PER PRIVATI

E’ stata resa permanente l’Iva agevolata al 10% sugli interventi di recupero del patrimonio edilizio. Questa si applica agli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per il recupero del patrimonio edilizio a prevalente destinazione abitativa, ma anche alle prestazioni di lavoro e alla fornitura di materiali e di beni.
Perciò oltre alla detrazione fiscale il cliente può usufruire di una fatturazione con IVA agevolata sull’intero importo, anziché al 21% al 10%.
L’elenco di alcune delle opere che la nostra azienda può offrire al cliente che permettono di usufruire dell’IVA agevolata al 10% sono le seguenti:

• Ascensori e montacarichi
• Infissi interni ed esterni
• Impianti di sicurezza
• Ristrutturazione
• Porte

NB. Per rendere al cliente tutto più chiaro alleghiamo in formato PDF le guide che l’agenzia delle entrate ha messo a disposizione ai cittadini per la consultazione.

Guida Risparmio Energetico: Download – Guida Ristrutturazioni Edilizie: Download